BT: un antiparassitario dal basso impatto ambientale

In virtù del meccanismo d’azione altamente specifico (tossina-recettore), il Bacillus thuringiensis viene considerato come uno degli insetticidi criptolemo2_1024x1024più selettivi tutt’oggi disponibili. Infatti è innocuo per i più importanti insetti utili che frequentano le colture come, per esempio, quelli che presiedono all’impollinazione dei fiori (api, bombi) o quelli che attaccano gli insetti e gli acari nocivi (per es. coccinelle, crisope, sirfidi, antocoridi, parassitoidi); inoltre, a causa della fotolabilità di spore e cristalli la sua

persistenza nell’ambiente è assai ridotta: per questi motivi l’impiego del Bacillus thuringiensis è ammesso dai disciplinari di produzione biologica.

I formulati commerciali appartengono alla classe tossicologica Nc (non classificato) e sono disponibili sotto forma di polvere bagnabile, sospensione concentrata, soluzione liquida, microgranuli idrodisperdibili.

  Il tempo di carenza è di soli 3 giorni e non esiste dose letale per i vertebrati.